Al momento stai visualizzando A tu per tu con… “Andrea Roseto”
  • Tempo di lettura:3 minuti di lettura

Torna l’appuntamento ormai consueto “A Tu per Tu” con i protagonisti della stagione rossoblu.

Oltre al fattore campo, incide fortemente sul cammino della squadra anche l’impegno e la dedizione alla causa dei dirigenti rossoblu. Tra questi figura l’avvocato Andrea Roseto, sempre al fianco dell’Elettra Marconia con passione e orgoglio.

Avvocato, come valuti questo primo scorcio di stagione?

Il cammino dell’ Elettra Marconia in questo primo scorcio di campionato è tutto sommato positivo, con uno score di tutto rispetto (5 vittorie, 4 pareggi e 1 sola sconfitta, in casa con la capolista Francavilla) e con una posizione in classifica sempre a ridosso della zona playoff. Abbiamo incontrato tutte le squadre di vertice e nessuna ci ha sovrastato sul piano del gioco, anzi in qualche circostanza (tipo la gara interna col Francavilla e il pareggio di domenica scorsa a Matera) siamo usciti con un po’ di rammarico dal campo, avendo disputato sempre delle ottime partite, raccogliendo meno di quanto meritato. Ma come dirigenza siamo molto contenti dei risultati complessivi sin qui ottenuti e del gioco espresso dalla squadra, grazie al lavoro certosino del mister e dello staff tecnico che hanno portato sicuramente esperienza e competenza.

Quale giocatore ti ha favorevolmente impressionato finora?

Personalmente credo che il calcio sia uno sport di squadra e che si vinca e si perda in 11, ma se devo esprimere un giudizio personale, devo dire che mi ha favorevolmente impressionato il giovane Francisco Peinado che, pur giovanissimo, gioca con una sicurezza e una mentalità da veterano. L’avere accanto a sé giocatori del calibro di Casale, Cordisco, Marino e tutti gli altri veterani lo ha aiutato ad inserirsi e domenica dopo domenica migliora sempre più. Ma tutti i ragazzi sono bravi e sono degni di vestire i colori rossoblù.

All’orizzonte il match contro il Pomarico …

Domenica prossima ci aspetta un’altra gara interessante ed impegnativa col Pomarico che viene da tre vittorie di fila e che l’anno scorso è stata la nostra “bestia nera”. Mi aspetto una partita maschia e combattuta, ma che speriamo di portare a casa facendo bottino pieno. Infine, è importante sottolineare che da un paio di partite i nostri tifosi sono tornati allo stadio ad incitare la squadra dopo diverso tempo di assordante assenza: sentire l’incoraggiamento dei tifosi è stimolante e gratificante sia per i calciatori che per noi dirigenti e speriamo sempre che anche tutta la comunità faccia proprio il nostro progetto sportivo e vengano sempre più persone ad assiepare la tribuna dello stadio. E sempre forza Marconia!