Al momento stai visualizzando L’Elettra ha il suo inno: “Un brano per esaltare la passione rossoblù e i valori positivi dello sport”
  • Tempo di lettura:4 minuti di lettura

“Rosso come un cuore dentro un cielo blu” è il nuovo inno dell’Elettra Marconia, un brano che ripercorre emozioni e sensazioni che tifosi e appassionati vivono nel corso della stagione, tra momenti di grandi gioie e di altrettante situazioni di sconforto. Senza, però, dimenticare l’attaccamento alla squadra della propria città, che va sostenuta sempre. Il ‘padrino’ dell’inno rossoblù è Raffaele Marra, che, oltre ad esserne l’autore, ha curato l’arrangiamento del brano che accompagnerà l’Elettra Marconia nel suo cammino sportivo. “Rosso come un cuore dentro un cielo blu” è stato caricato anche sul profilo YouTube della società e coinvolge Tony Minerba (voce), Gianluca Quinto (chitarre elettriche), Giuseppe Andricciola (basso) e Marcantonio Quinto (batteria). In occasione del match casalingo contro il Tricarico, i tifosi marconesi hanno potuto ascoltare per la prima volta l’inno dell’Elettra, trasmesso allo stadio “Michetti” durante le fasi pregara.
E proprio all’autore dell’inno Raffaele Marra rivolgiamo alcune domande su questa esperienza musicale a tinte rossoblù.

Raffaele, com’è nato il testo?

Il testo è nato un po’ alla volta ripensando ai momenti vissuti da tifoso durante e soprattutto dopo ogni partita. Mi ha sempre emozionato il saluto finale che i giocatori rivolgono ogni volta verso i tifosi dopo il fischio finale, quel saluto carico di passione condivisa che è sempre ugualmente intenso, dopo le vittorie e dopo le sconfitte. È in momenti così che viene voglia di provare a sottolineare tutto “il bello che c’è” attraverso la musica.

Quanto è importante lo sport nella nostra comunità?

Nelle piccole comunità come la nostra lo sport ha un’importanza fondamentale. I piccoli comuni della provincia, come il nostro, hanno un forte bisogno di simboli identitari e di luoghi aggregativi. Lo sport diventa in tal senso indispensabile per accrescere le qualità umane e sociali e, di conseguenza, per vivere meglio. Una realtà promettente come l’Elettra Marconia è una preziosa occasione per tutti, giovani e meno giovani, per ritrovarci insieme in un contesto esaltante ed edificante.

Quale messaggio vuole trasmettere ai tifosi e a chi lo ascolta il nuovo inno dell’Elettra?

L’inno vuole diventare un simbolo che unisca i tifosi, accomunati da una passione pura e positiva. Lo sport è amicizia, collaborazione, coraggio, fiducia, voglia di superare i limiti, e l’inno è un modo per ricordare tutto ciò. Marconia ha una bella piazza in cui è bello incontrarsi e riconoscersi come comunità; sarebbe splendido se questo inno diventasse una sorta di piazza musicale in cui la comunità, sportiva e non, si riconosce unita, appassionata, coraggiosa e positivamente combattiva.